Cristo: “Luce per illuminare le genti”

Cristo: “Luce per illuminare le genti”

Cristo: “Luce per illuminare le genti”

Martedì 2 febbraio u.s., abbiamo celebrato “la presentazione di Gesù bambino al Tempio” mediante il rito della benedizione delle candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”. Al termine della breve processione  ha avuto luogo nella nostra Cappella maggiore la celebrazione eucaristica presieduta da Padre Carlo Chiappini SJ, padre spirituale del Seminario. Durante la sua omelia Padre Carlo ha voluto ricordare altresì la chiusura dell’anno dedicato alla vita consacrata, sottolineando come anche oggi ci siano uomini e donne che, rispondendo generosamente alla chiamata di Dio, consacrano la loro vita al servizio del Vangelo. Ha precisato inoltre che non bisogna soffermarsi esclusivamente dinanzi al dato che evidenzia un calo negli ultimi decenni di vocazionei alla vita religiosa. La funzione della vita consacrata consiste principalmente nel dare un “segno” al mondo della presenza di Cristo, segno che può essere dato anche da una minoranza di persone che, con la loro vita e con il solo fatto di esserci, rappresentano anche per gli altri la speranza dell’esistenza di un Dio che continua ad essere presente in mezzo a noi e non si stanca di chiamare l’umanità alla fede in un Padre di infinita misericordia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Post navigation

  Next Post :