“Costruite la città di Dio”

“Costruite la città di Dio”

“Costruite la città di Dio”

La santa messa intercomunitaria del 4 Dicembre 2013 è stata presieduta da Mons. Francesco Alfano arcivescovo dell’arcidiocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, che di recente ha rinnovato la convenzione con il nostro seminario.La Parola del giorno ci offre, evidenzia il vescovo, a inizio di questo Avvento come provocazione per la nostra fede due immagini: la città e la casa.La città, sogno di proiettarsi nel futuro, scommessa, è dono di Dio che attraversa tutta la Scrittura per arrivare alla pienezza della Santa Gerusalemme, dono pieno agli uomini di vivere con Dio. Questa città è presente già come assaggio oggi tra noi, una città forte ma non della potenza umana dell’aggressione e del sopruso del più forte, ma dei bastioni che la difendano per vivere bene insieme.Il profeta ricorda di aprire le porte di questa città perché non siamo autosufficienti, c’è bisogno tanto di far entrare quanto di far uscire per entrare in relazione profonda con questo popolo che è al di là; la pace è Dio ad assicurarla, il Signore, la Roccia, su cui fondare la convivenza, non su altro su progetti personali o di gruppi ristretti nella logica del profitto. Questa parola del profeta va accolta e al tempo stesso riannunciata con la testimonianza della vita, con la responsabilità di costruire ognuno la propria casa di relazioni autentiche con cui riempire la città. Una casa da costruire nelle relazioni, non per il successo, non per essere bravi nei vari campi, perché non crolli. La casa crollerà se è fondata su di noi che non siamo roccia, ma che a volte cerchiamo di diventare roccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.